E. FORMAZIONE DELLE COMPETENZE

Quanto poi al tema dell’università, della ricerca e della formazione delle competenze il Comune deve impegnarsi a favorire la presenza e lo sviluppo dei centri universitari e di ricerca in città. La conoscenza è il motore dell’economia.
Molto positiva la presenza dell’Università di Urbino, con biotecnologie ed economia, cui va assicurato il sostegno tramite FanoAteneo.
Bene anche il rinnovato impegno dell’Università di Bologna con biologia marina, ma puntiamo decisamente all’insediamento a Fano di un nuovo Centro di ricerche per la biodiversità, le risorse e le biotecnologie marine, con tre università (Bologna, Ancona e Urbino) e due istituti nazionali di ricerca (Cnr e Szn) che sarebbe per Fano di straordinaria importanza.

Le città universitarie sono più aperte al mondo, più tolleranti, più innovative, più attrattive e quindi più capaci di creare crescita sociale ed economica.
Fano, anche per la sua posizione geografica, ha molto da offrire.
L’amministrazione comunale deve porsi al fianco delle università, favorendo l’insediamento in città di ulteriori attività di formazione universitaria, per avere sempre più giovani preparati e capaci di creare nuove imprese e nuovo lavoro.

In un mondo del lavoro così dinamico e flessibile come quello di oggi la formazione è un tema che non riguarda solo i giovani. I centri per l’impiego e le agenzie del lavoro dovrebbero essere messi nelle condizioni di proporre corsi di formazione permanente e di riprofessionalizzazione per quanti, sempre più numerosi, perdono o vogliono cambiare lavoro.

Vanno rafforzate le collaborazioni tra servizi comunali, centri per l’impiego e organizzazioni sociali e del terzo settore per incentivare i percorsi formativi, l’imprenditoria, la creatività, l’innovazione e l’inserimento nel mondo del lavoro. Particolare attenzione va dedicata alla conciliazione dei tempi fra impegni famigliari e lavoro.

Attenzione e sostegno vanno poi dati a tutta la rete di competenze, soprattutto nel settore dell’engineering e dell’informatica, di cui Fano è ricca.
Mettere a disposizione strutture per favorire la creazione di factory, spin-off, lab, ecc, per favorire i giovani e la loro capacità di far nascere nuove imprese e nuovo lavoro (utilizzo locali Palazzo Marcolini?)

Programma

In un momento storico, sociale ed economico in cui si accentuano le differenze e si ergono muri, noi intendiamo mettere in campo le intelligenze e la maturità di donne e uomini, pronti a impegnarsi nel servire e migliorare la nostra comunità, il nostro territorio e il paese in cui viviamo, decisi a lavorare per una città che amiamo, per renderla ancor più bella, aperta e accogliente, dinamica e operosa, intelligente e orientata al futuro, dove tutti possano stare meglio e cogliere opportunità di crescita personale e sociale.

A questo fine noi, partiti e liste civiche di centrosinistra – Partito Democratico, Noi Città, Noi Giovani, In Comune, Insieme è Meglio – ci uniamo per sostenere Massimo Seri come sindaco della città, in ragione dei risultati già raggiunti insieme negli ultimi cinque anni di governo e dei molti progetti messi in campo che intendiamo portare a compimento nei prossimi anni, aggiungendo nuovi obiettivi e traguardi, capaci di far crescere la città e portarla verso nuovi orizzonti.

Il documento programmatico disegna in modo chiaro gli obiettivi che ci poniamo e siamo certi di poterli conseguire perché la nostra coalizione, intorno ad un candidato sindaco capace e determinato, propone ai cittadini, per la loro valutazione e scelta alle prossime elezioni amministrative di maggio, un progetto chiaro di città ma anche un bel mix di persone con esperienza e di persone nuove, ricche di competenze e volontà di fare il bene della città, con coraggio e determinazione.

Intendiamo anche operare per mantenere sempre un clima civile e democratico, tenendo al centro i valori della persona, della partecipazione, della concordia, dell’ambiente, della cultura, del lavoro e della crescita. A questi valori si ispirano i grandi obiettivi che compongono il nostro programma e tutti i progetti e le azioni che abbiamo condiviso per conseguirli.

Il benessere della nostra comunità di persone è il nostro obiettivo strategico di mandato, politicamente rilevante e unificante, e mette insieme, ovviamente, temi importanti e intrecciati fra loro. Pensare e agire per il benessere del cittadino significa vincolarsi anche alla qualità del governo che la nostra coalizione intende darsi quale condizione necessaria nella propria azione quotidiana.